Esplora contenuti correlati

 

Dolia è

Sabato 16 e Domenica 17 dicembre 2023 - Piazza Europa e Piazza Brigata Sassari Dolianova 

 
Dolia è
 

COMUNE DI DOLIANOVA

Settore Affari Generali

Informa

“Dolia è” si svolgerà sabato 16 e domenica 17 dicembre 2023 presso Piazza Europa e Piazza Brigata Sassari a Dolianova

Due giorni ricchi di cibo, vino, musica e folklore
Un calendario colmo di eventi per questa quinta edizione del festival Dolia è, per vivere e condividere la magia della cultura della Sardegnapartendo dalle sue origini: dall'enogastronomia alle danze, passando per degustazioni, laboratori, film, artigianato, esposizioni e le sfilate delle maschere tradizionali. Non mancherà la musica con il concerto di Claudia Aru Trio e le esibizioni di alcuni tra i più importanti cori a tenore isolani

Il Parteolla si racconta nel fine settimana in un evento che offre ai visitatori le tradizioni di tutta l'isola: sabato 16 e domenica 17 dicembre l'appuntamento è a Dolianova, per la quinta edizione di “Dolia è”, il festival dedicato alla cultura folklorica e le tipicità della Sardegna. L'evento, organizzato dal Comune di Dolianova in collaborazione con l’Associazione Miele amaro il circolo dei lettori con il contributo della Regione Sardegna, Assessorato al turismo, quest'anno sarà ancora più ricco.

Già dalla mattina sabato e domenica si terranno i laboratori-esibizione di: Micchitus Nieddus, Malloreddus e dolci tradizionali di Dolianova e della Sardegna. I visitatori potranno realizzare con le proprie mani alcune delle specialità del territorio, imparando l’arte della preparazione della pasta direttamente dalle mani sapienti delle pastaie esperte, un'esperienza alla quale potranno partecipare anche i più piccoli. Potrà capitare di sentirsi inebriare dal fragrante profumo del pane appena sfornato grazie ai laboratori-esibizione di panificazione con la cottura del pane direttamente in piazza, con un forno a legna su ruote. Gli artigiani panificatori mostreranno l’arte della preparazione, dall’impasto al forno, che si concluderà con la degustazione.

Con le Cantine di Dolianova, Argiolas Formaggi, Olio di Uliba di Mariangela Perra e i Liquori di Myrsine Liquori sarà possibile degustare i prodotti delle aziende di Dolianova: eccellenze locali e indimenticabili sapori della tradizione sarda. Dolia è offre un percorso enogastronomico che guiderà i visitatori alla scoperta dei sapori autentici. È anche prevista un'area Street Food con i Food Truck, tra le specialità e i deliziosi piatti caldi preparati al momento.

In collaborazione con la Proloco di Segariu Antichi mestieri e maestranze della Sardegna, si terranno dimostrazioni ed esibizioni di una vastissima rappresentanza degli antichi mestieri per scoprire come si svolgevano le attività lavorative del passato e impararne i segreti. E grazie all’associazione Momoriae Dolia Episcopatum che ha organizzato dimostrazioni ed esibizione di costumi storici, oggetti e cibi del Medioevo, con il parco medievale si farà un salto nel tempo in cui si assisterà alla preparazione di cibi dell'epoca e alla tintura dei tessuti.

Non solo tradizione, però. Il mercato degli Hobbisti Artigiani, in un'area interamente dedicata ai futuri artisti e artigiani, proporrà una vetrina aperta alle novità, in cui sarà possibile ammirare e acquistare incantevoli prodotti fatti a mano e pezzi unici. Il Festival Dolia è non dimentica certo i più piccoli: Duville Giostre ha allestito una dolcissima giostra per i bambini.

Nella Sala Proiezioni della ludoteca verrà trasmesso “Fragheterra” “Profumo di Terra” di Franco Mascia con Katia Corda e Carmelo Bacchetta vincitore di due premi al Vesuvius Film Festival di Napoli, è un film che racconta e valorizza la magia della terra sarda. Frutto della creatività e maestria di Katia Corda e Franco Mascia, il racconto cinematografico Fragheterra, si propone di combattere gli stereotipi legati alla terra sarda attraverso una storia affascinante e coinvolgente.

È stata organizzata una classe di accostamento di vini e formaggi con degustazione: un'opportunità per imparare ad associare il vino giusto al formaggio perfetto. Seguirà la dimostrazione-laboratorio esperienziale “Casaro per un giorno” sulla preparazione del formaggio con Argiolas Formaggi. I partecipanti affiancati dai collaboratori esperti di Argiolas Formaggi faranno un laboratorio pratico e immersivo, adatto anche ai bambini.

A completare il quadro della tradizione artistica e folkloristica sarda si esibirà il Gruppo Folk di Dolianova che imbastirà coreografie elaborate coi passi di danza e i ritmi tipici del ballo sardo.

Il programma della prima giornata prevede l' Esposizione di Uccelli Rapaci con Salvatore Manca appassionato e abile addestratore di rapaci, che porterà i suoi esemplari, sarà possibile ammirare da vicino i suoi bellissimi falchi.

Spazio alla musica, nel pomeriggio di sabato: Claudia Aru Trio in Concerto in collaborazione con l'associazione enti locali Suoni di Vini. La cantautrice villacidrese, accompagnata da Marco Bande al pianoforte e Emanuele la Barbera al contrabbasso, si esibirà con lo spettacolo “Sardinia caput mundi - speciale Christmas edition”. Partendo dalla nostra isola, si toccheranno suoni e contaminazioni da tutti i continenti, portando la Sardegna nel mondo e il mondo in Sardegna. Dopo un anno di pandemia che ha trasformato profondamente l'agire delle persone, generando paure, preoccupazioni e situazioni surreali, i viaggi si sono ridotti all'indispensabile e questo ha obbligato l'umanità a lavorare con la fantasia come mai prima, per questo l'artista sarda porterà gli spettatori in giro per il mondo, ma lasciandoli comodamente seduti.

A seguire si svolgerà lo show cooking con la chef Alessandra Nioi e l'influencer Chichi Marras con degustazione gratuita dei piatti prodotti sul momento per Suoni di vini. Alessandra Nioi, giovanissima chef e concorrente nella decima edizione di Master Chef, accompagnata dall’influencer gastronomica Chichi Marras, prepareranno specialità prelibate avvolte da un mix delizioso di tradizioni, sapori e professionalità.

Domenica invece la mattina sarà aperta dalla musica con il Concerto Gospel dell’Associazione Punto Musica di Dolianova. Il coro si esibirà nel cuore della piazza comunale con i brani che creeranno una calda atmosfera natalizia.

Ci saranno due esposizioni per gli amanti dei motori a quattro ruote: l'esposizione statica de Il Circolo Sardo Automoto d'Epoca “S’Arrolu de sa Carrozza senz’e Quaddusu”. Al festival dolianovese del folklore e della cultura si potranno ammirare romantiche auto d'epoca esposte, grazie alla collaborazione tra il festival Dolia è e la concessionaria AF Motors, a fianco a moderne auto elettriche innovative. Le Fiat 500 e 600 del tempo che fu a confronto con le loro versioni green: 500e e 600e elettriche, sarà in mostra la sostenibilità. Ma ci sarà anche spazio per gli amanti delle due ruote con un' esposizione Statica a cura del Vespa Club Parteolla Trexenta. 

E se si parla di tradizione e di cultura sarda non possono mancare le maschere. Saranno Sos Merdules Bezzos de Otzana, tra le maschere più antiche della Sardegna, inconfondibili coi campanacci, che daranno vita al loro magico spettacolo, e Sos Corriolos di Neoneli. Queste ultime ricostruite in maniera molto precisa, con una mastruca di pelle di capra nera, che porta sulle spalle due pelli di riccio, animale che rappresenta la prosperità. Correda la maschera una cintura fatta con pelli di serpente, a ricordare la morte e la rinascita e un carico di ossa che suonano a ogni passo

Anche domenica mattina si potrà fare un tuffo nel Medioevo: l’Associazione castello Siviller Marchesato di Villasor porterà al Festival Dolia è, la rievocazione di danze antiche e sfilate in costume. L’Associazione darà vita inoltre, nel giardino della biblioteca, a un'affascinante dimostrazione di tiro con l’arco e, per i più coraggiosi, sarà possibile cimentarsi e imparare l’antica arte del lancio.

In occasione del festival, il museo dell’olio “Sa mola de su notariu” sarà aperto ai visitatori che potranno così scoprire le antiche tecniche e i macchinari utilizzati nella produzione del pregiato olio dolianovese.

Fin dal primo pomeriggio di domenica il centro di Dolianova sarà invaso dalle sonorità dei cori a tenore. Saranno i cori S'affuente Di Ottana, Murales di Orgosolo, Tenores Romanzesu di Bitti e quello Cuncordu de Orosei, ad esibirsi in quell'intreccio di voci e suoni cuore del patrimonio canoro della Sardegna, una forma di espressione artistica così bella da essere stata dichiarata nel 2008, dall'Unesco, “patrimonio dell'umanità”.

Il festival Dolia è diventa ogni anno di più, con il suo calendario sempre più ricco di appuntamenti, uno strumento di promozione del territorio, oltre che di divulgazione culturale delle tradizioni enogastronomiche sarde. «Siamo entusiasti di accogliere visitatori e appassionati alla quinta edizione di Dolia è – ha affermato il sindaco di Dolianova, Ivan Piras - un evento che celebra il meglio della nostra tradizione. Quest'anno, abbiamo un programma ricco e variegato che promette di essere un viaggio indimenticabile attraverso i sapori, i suoni e le tradizioni della Sardegna. Vi aspettiamo a Dolianova per due giorni di festa, dove il folklore sardo e l'ospitalità di Dolianova e dei Dolianovesi saranno i veri protagonisti».

 

In allegato la locandina con il programma. 

Dolianova 13.12.2023 

Il Responsabile del Settore (Enrico Dessì)