Esplora contenuti correlati

 

Progetto "Alla finestra (reale o virtuale): arriva il cantastorie!" e progetto "Ritrovarsi"

Due iniziative di teatroterapia per l'infanzia (bambini dai 3 ai 10 anni ) e l'adolescenza (ragazze e ragazzi da 11 a 15 anni)

 
Progetto "Alla finestra (reale o virtuale): arriva il cantastorie!" e progetto "Ritrovarsi"
 

COMUNE DI DOLIANOVA

INFORMA

La cooperativa sociale Salto del Delfino propone due iniziative di teatroterapia per l'infanzia e l'adolescenza.

 

Progetto "Alla finestra (reale o virtuale): arriva il cantastorie!"
per i bambini dai 3 ai 10 anni
Racconti dal vivo e in diretta Facebook
Un progetto tra il reale e il virtuale per rivedersi, o conoscersi, e ascoltare una bella storia che scalda il cuore.
"Il soldatino di piombo", "La bella addormentata", "Il gatto con gli stivali": sono i racconti che verranno letti dal
teatroterapeuta Nicola Michele.
Le letture verranno effettuate in strada e i bambini potranno ascoltare una storiaaffacciati alla finestra o dal
balcone di casa propria.
Il servizio è gratuito e verrà realizzato dal vivo per le prime 6 prenotazioni che arriveranno con
messaggio Whatsapp al n. 3938879311, indicando il nome e cognome, l'indirizzo, l'età dei bambini
ai quali si rivolgerà la storia.
Gli altri bambini, e le persone che lo desiderano, potranno seguire alcuni racconti in diretta Facebook. La
programmazione dei video in diretta verrà pubblicata sulla pagina Facebook "Il Salto del Delfino teatro", con il
tag del Comune di Dolianova. Le letture verranno svolte nel Comune di Dolianova entro la prima settimana di
giugno. L'organizzazione comunicherà ai richiedenti la data e l'orario di realizzazione.
Con questo progetto, Il Salto del Delfino incontra i bambini per regalare loro una storia e un momento di
condivisione.


Progetto "Ritrovarsi"
partecipanti: 8/10 ragazze e ragazzi da 11 a 15 anni
Laboratorio espressivo multimediale condotto da Nicola Michele, teatroterapeuta
"Ritrovarsi" con i coetanei, "ritrovarsi" con se stessi, mediante la libera espressione e la verbalizzazione delle
emozioni. La pandemia ha comportato l'isolamento sociale, un momento di frattura con tutto ciò che è stato; un
tempo sospeso che comporta dubbi e nuovi orizzonti.
Con il ricordo di chi eravamo, proveremo a immaginare la percezione di noi stessi nel futuro, alla luce dei
cambiamenti che il contesto sociale sta registrando.
La teatroterapia favorisce il benessere delle persone, all'interno di un processo espressivo che condivide
l'obiettivo della transizione. La transizione è un esito scenico finale, unico e irripetibile, che verrà proposto al
pubblico mediante vari linguaggi espressivi. Durante il percorso, verranno trasmesse ai partecipanti le
competenze di base della gestualità e dell'uso del respiro e della voce.
Il laboratorio prevede cinque incontri da due ore circa ed è gratuito; si svolgerà a Dolianova, nel
mese di giugno, a Villa de Villa e/o con l'ausilio di strumenti digitali; il termine per le iscrizioni è
fissato al 30 maggio. L'iniziativa rientra nel progetto pluriennale "Libera Colonia delle Arti", quale
veicolo per favorire la creatività e strumento di prevenzione del disagio giovanile.
L'organizzazione comunicherà ai partecipanti, entro la prima settimana di giugno, il calendario con la
programmazione degli incontri.


Per informazioni e iscrizioni: messaggio WhatsApp al n. 3938879311.

L'organizzazione
La cooperativa sociale “Salto del Delfino” opera nel Parteolla da circa 15 anni, collaborando con gli Enti
Pubblici e cooperando con diverse realtà associative del territorio.
Fondata nel 2002, si occupa di progetti culturali e teatroterapia; inoltre la Compagnia svolge la propria attività
di produzione e distribuzione di spettacoli teatrali e conduzione di percorsi di educazione al teatro e laboratori
espressivi nell'ambito del teatro sociale e di comunità. Da anni rivolge le sue energie al teatro per l'infanzia e al
teatro contemporaneo presentando i propri spettacoli nei teatri, presso le scuole di vario ordine e grado, nei
Comuni, biblioteche, centri di aggregazione sociale e vari enti pubblici e privati. La direzione artistica si snoda in
un percorso di ricerca espressivo che contempla i vari linguaggi performativi: dal teatro alla danza, alla
clownerie, con la commistione di impianti visuali e sonorità e che richiamano caratteri antropologici e elementi
naturali. Alla base dei propri lavori vi sono molto spesso le scritture originali e una continua sperimentazione sul
gesto e sul movimento.
La direzione artistica è affidata a Nicola Michele, formatosi presso la Civica Scuola d'Arte Drammatica di Cagliari
e specializzatosi presso la Scuola di Formazione Triennale di Teatro e Teatroterapia diretta da Walter Orioli a
Milano, e presso la Biennale di Venezia con il Maestro argentino Ricardo Bartis.
Forte dell’esperienza maturata sul territorio, la Compagnia vuole coinvolgere le risorse umane e paesaggistiche
all’insegna di una maggiore visibilità e attrattività turistica.
Il Salto del Delfino nel 2011 debutta al Fringe Festival di Edimburgo con lo spettacolo "Masses Man",
coproduzione con Theandric Teatro Nonviolento. Nel 2014 è ospite al Festival OFF di Avignone con lo spettacolo
di Fiore "Le prince et la rose", che viene successivamente proposto in Corsica nel 2016 a cura dell'Ufficio
Municipale del Turismo di Bonifacio. Lo spettacolo della compagnia "Il principe e la rosa" è stato proposto in
lingua inglese al Kampala International Theatre Festival del 2017 in Uganda.
Promuove la rassegna teatrale per l'infanzia "Teatranti Briganti" e ogni anno propone nel Parteolla "We live in
Christmas", rievocazione itinerante del Natale in costume tradizionale sardo.
www.saltodeldelfino.it
FB: @ilsaltodeldelfinoteatro
FB: @weliveinchristmas