News: LEGGE REGIONALE 11/85 – RICHIESTA DOCUMENTAZIONE.

08/06/2018
LEGGE REGIONALE 11/85 – RICHIESTA DOCUMENTAZIONE.  

 
 COMUNE DOLIANOVA
UFFICIO POLITICHE SOCIALI

AVVISO 
 
LEGGE REGIONALE 11/85 – RICHIESTA DOCUMENTAZIONE.
 
 
AL FINE DI CONSENTIRE LA CORRESPONSIONE DEI BENEFICI DI CUI ALLA LEGGE REGIONALE N. 11/85 E S.M.I., GLI UTENTI BENEFICIARI SONO INVITATI A PRESENTARE DIRETTAMENTE ALL’UFFICIO PROTOCOLLO DEL COMUNE,
ENTRO E NON OLTRE IL 13/07/2018,

LA SEGUENTE DOCUMENTAZIONE:
Copia del modello di certificazione del reddito in suo possesso, MOD. UNICO ovvero 730
– Cud relativo ai redditi conseguiti nell’anno 2017; 
In alternativa per il richiedente “Autocertificazione”, dalla quale risulti il Reddito Netto complessivo del proprio nucleo familiare. 
Per Nucleo Familiare ai sensi dell’Art. 4 – comma 3 - della Legge Regionale 8.05.1985, n. 11, deve intendersi:
- nel caso di nefropatico coniugato, quello costituito dal nefropatico stesso e, se conviventi, dal coniuge e dai figli in base alle norme vigenti;
- nel caso di nefropatico minorenne celibe o nubile, quello costituito dal nefropatico stesso e, se conviventi, dai genitori e dai fratelli che risultino a carico del capo famiglia in base alle norme vigenti;
- nel caso di nefropatico maggiorenne celibe o nubile, quello composto dal solo nefropatico, ancorché convivente con altri familiari.
 
Il reddito netto annuo riferibile al nefropatico, è quello derivante da prestazioni di lavoro autonomo o dipendente, da compartecipazioni ad utili societari, da pensioni e da rendite immobiliari del nefropatico stesso, del coniuge e dei figli minori conviventi nel caso di nefropatico coniugato; del nefropatico stesso, dei genitori e dei fratelli minori che risultino a carico del capo famiglia, nel caso di nefropatico minorenne celibe o nubile; del solo nefropatico, ancorché convivente con altri familiari, nel caso di nefropatico maggiorenne celibe o nubile.
Ai fini della determinazione del reddito complessivo non si considerano le rendite INAIL, le pensioni di invalidità civile e l’assegno di accompagnamento).   



 
Ufficio Relazioni Pubblico