News: PROGETTO ICO EDILI: INTERVENTI COORDINATI PER L'OCCUPAZIONE

17/05/2017
PROGETTO ICO EDILI: INTERVENTI COORDINATI PER L’OCCUPAZIONE
COMUNE DI DOLIANOVA 
Settore Servizi alla Comunità 

INFORMA CHE 

LA RAS Regione Autonoma della Sardegna
ha pubblicato l'AVVISO PUBBLICO  denominato

"PROGETTO ICO EDILI: INTERVENTI COORDINATI PER L'OCCUPAZIONE"


Il progetto è finalizzato ad incentivare l’occupazione e
l’occupabilità, attraverso un sistema di misure di politica attiva per il reinserimento lavorativo dei disoccupati ai
sensi della normativa vigente, percettori e non percettori di misure di sostegno al reddito, attraverso la
concessione di incentivi destinati alle imprese del settore delle costruzioni e della relativa filiera, mediante azioni
di riqualificazione, riconversione e reimpiego di soggetti fuoriusciti dal mercato del lavoro e processi di
formazione mirata e personalizzata.



Vengono indicate di seguito le misure finanziabili ed i relativi importi:

Misura A) Bonus Assunzionale
- Bonus assunzionale di euro 5.000,00 lordi per assunzioni a tempo indeterminato1;
1 Il contratto di apprendistato, ai fini del presente avviso, ove applicabile, è equiparato al contratto a tempo indeterminato, come per legge (art.41, comma 1° D.lgs. 81/2015) quando il periodo formativo è pari o superiore a 24 mesi. Ciò in quanto la durata, anche minima, del suo periodo è stabilita dagli accordi interconfederali e dai CCNL stipulati dalle associazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale in ragione del tipo di qualificazione professionale ai fini contrattuali da conseguire.

- Bonus assunzionale di euro 3.000,00 lordi per assunzioni a tempo determinato di durata pari o superiore a 12 mesi;

In entrambe le tipologie previste, il rapporto di lavoro potrà essere a tempo pieno o con un impegno orario parttime pari o superiore alle 30 ore settimanali, e le imprese dovranno mantenere la permanenza dei rapporti di lavoro attivati per il seguente periodo: 
- 24 mesi dalla data dell’assunzione, per il contratto a tempo indeterminato;
- 12 mesi dalla data dell’assunzione, per il contratto a tempo determinato.

Il Bonus assunzionale è cumulabile con altre eventuali misure, anche di politica attiva del lavoro, previste dalle
normative comunitarie, nazionali e regionali quali, a titolo esemplificativo, sgravi di natura fiscale e previdenziale
mentre non è cumulabile con bonus assunzionali ottenuti per lo stesso destinatario assunto con il Progetto ICO
Edili.


Misura B) Contributo azienda per l’avvio di un piano di inserimento mirato (P.I.M) 
Le imprese che partecipano all’Avviso per l’inserimento di nuove risorse possono, preliminarmente all’assunzione, avviare un Piano di Inserimento Mirato (P.I.M.).
La misura è finalizzata ad accompagnare i candidati all’assunzione, per guidarli ed orientarli nella fase di inserimento in azienda e valutarne le attitudini e la rispondenza alle esigenze ed al fabbisogno di competenze dell’impresa ospitante.
L’impresa potrà usufruire di un contributo pari a un massimo di euro 500,00 lordi per ogni mese di durata di ogni  singolo piano, al fine di sostenere gli oneri ed i costi connessi all’inserimento dei soggetti disoccupati (a mero titolo esemplificativo: assicurazione RC, premio INAIL, spese per dispositivi di protezione individuale e altre spese ed oneri inerenti all’inserimento).


Misura C) Borsa per il destinatario inserito in un P.I.M.
I soggetti inseriti in un “Piano di Inserimento Mirato” (P.I.M.), potranno usufruire di una borsa (indennità di partecipazione) di importo massimo pari a euro 500,00 lordi mensili, che verrà erogata dall’IN.SAR. direttamente al soggetto inserito nel P.I.M., per una durata pari a quella del piano.
L’importo sarà erogato per l’intero ammontare previsto (euro 500,00/mensili) soltanto nell’ipotesi in cui il soggetto inserito abbia svolto in azienda un numero di ore pari al 100% di quelle previste dal Piano. L’importo verrà ridotto in misura proporzionale alle ore di assenza, secondo le risultanze di un apposito registro.
Dal punto di vista fiscale la borsa corrisposta al partecipante al P.I.M. è considerata reddito assimilato a quelli da lavoro dipendente, ai sensi dell’art. 50, comma 1, lettera c) del D.P.R. n. 917/1986.
La misura della Borsa intende coprire ogni possibile spesa collegata o accessoria (ad esempio vitto, alloggio, trasferta, etc.). 


 
Vedasi allegati 
Per maggiori informazioni è possibile consultare: http://www.sardegnalavoro.it/agenda/?p=81855


Ufficio Relazioni con il Pubblico